ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Scoperto un batterio super-resistente

Lettura in corso:

Scoperto un batterio super-resistente

Dimensioni di testo Aa Aa

Un nuovo superbatterio resistente anche ai più potenti antibiotici è stato scoperto in alcuni ospedali britannici. Proviene da India e Pakistan, dove si recano molti pazienti da Gran Bretagna, Stati Uniti e Canada alla ricerca di cure a basso costo, soprattutto cosmetiche. Ora si teme che proprio a causa di questi “turisti della salute”, il batterio, chiamato Ndm-uno, possa diffondersi in tutto il mondo.

“La nostra grande paura – dice il prof. David Livermore – è che, se non si prendono provvedimenti adeguati, la resistenza del batterio agli antibiotici possa aumentare. Le conseguenze potrebbero essere un maggior numero d’infezioni alle vie urinarie, soprattutto negli ospedali, più infezioni nelle ferite e più polmoniti. Insomma, tutta una serie di infezioni a cui sono soggetti i pazienti più vulnerabili, cioè quelli che presentano problemi di salute latenti”.

Secondo i ricercatori britannici, la diffusione del superbatterio potrebbe essere fermata con particolari accorgimenti igienici negli ospedali, come una migliore disinfezione degli strumenti e l’uso di speciali saponi antibatterici da parte del personale sanitario.