ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Cina, corsa contro il tempo per liberare i superstiti

Lettura in corso:

Cina, corsa contro il tempo per liberare i superstiti

Dimensioni di testo Aa Aa

Si teme il ritorno del maltempo, nella provincia cinese del Ganzu, dove le squadre di soccorritori continuano a scavare alla ricerca di superstiti. Il bilancio dei morti è salito a più di 1100, e oltre 600 sono i dispersi.

Le autorità hanno mobilitato 10.000 soldati, nella speranza di fare più in fretta della annunciata tempesta. Secondo i centri meteo, la nuova perturbazione dovrebbe durare almeno tre giorni.

Scenario apocalittico, nei luoghi colpiti dalle frane. I cadaveri vengono raccolti in improvvisate camere mortuarie.

Sono 45.000 gli abitanti della zona costretti a lasciare le proprie case. Mancano ancora generi di prima necessità, a cominciare dall’acqua potabile. E sono tanti anche coloro che sono scomparsi senza lasciare traccia.

Il premier Wen Jiabao, che segue da vicino la situazione, ha dichiarato alla agenzia ufficiale che “Bisogna prendere atto delle difficoltà nelle operazioni di soccorso”, e ha disposto l’invio di tende e generi di prima necessità.