ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Alluvioni in India. Volontari stranieri creano un campo medico

Lettura in corso:

Alluvioni in India. Volontari stranieri creano un campo medico

Dimensioni di testo Aa Aa

Restare nell’India colpita dalle alluvioni per aiutare la popolazione. È stata la scelta di un gruppo di stranieri che partecipavano al un programma umanitario.

Hanno messo su un campo medico nella regione di Ladakh, nel Kashmir indiano. Il direttore del campo è un professore di chirurgia a Taiwan, con lui studenti di medicina e volontari stranieri.

“All’inizio abbiamo pensato di venire qui per realizzare un corso nel campo della formazione sanitaria”, afferma Wei-Shone Chen. “Poi ci sono state le inondazioni. Per cui abbiamo cambiato i nostri piani”.

“Siamo venuti come turisti, credo che era da prevedere che saremmo rimasti qui”, racconta un volontario israeliano, Motan Golan. “Penso infatti che chiunque lo avrebbe fatto. Nessuna persona arrivata qui davanti a un disastro del genere avrebbe detto: non mi riguarda, torno a casa”.

Almeno 25mila abitanti sono stati colpiti dalle inondazioni che hanno fatto oltre 180 morti, tra cui cinque turisti europei, di cui uno italiano.

Centinaia ancora quelli bloccati nel Paese dove erano arrivati soprattutto per fare trekking. L’esercito indiano sta tentando di localizzarli. Tra questi ci sono una cinquantina di italiani.