ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Smottamento in Cina, almeno 700 morti

Lettura in corso:

Smottamento in Cina, almeno 700 morti

Dimensioni di testo Aa Aa

Il bilancio delle vittime degli smottamenti di Zhouqu, città della Cina settentrionale abitata soprattutto da tibetani, è salito a 700 morti accertati, con un migliaio di dispersi. I sopravvissuti disperano di ritrovare ancora vivi i propri parenti sotto l’enorme ammasso di fango che ha travolto la città.

“C‘è mia nipote là sotto – dice una sopravvissuta -. E’ una studentessa di liceo, una brava ragazza. E’ stata travolta quando si trovava a casa mia. io non rinuncio. Voglio almeno vedere il suo corpo, se è morta, E’ tutta colpa mia”.

Un uomo di 52 anni è stato tratto in salvo oggi dalle macerie della sua casa, a oltre 50 ore dallo smottamento. Intorno a lui, i cadaveri di 4 persone. Aiuti vengono distribuiti ai sopravvissuti, ma quello di Zhouqu non è l’unico disastro naturale che ha colpito la Cina. Piogge torrenziali hanno provocato frane e smottamenti su un’area vastissima.

Seimila tra soldati, poliziotti e pompieri stanno lavorando per soccorrere la popolazione.