ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Incendi in Russia, voli su Mosca nel caos

Lettura in corso:

Incendi in Russia, voli su Mosca nel caos

Dimensioni di testo Aa Aa

Là dove decollare e atterrare a – 20° è ordinaria amministrazione, sono il fuoco, il fumo e la canicola a innescare il tilt. La situazione in Russia, in balia delle fiamme, comincia a preoccupare anche oltre gli immensi confini del Paese.

L’aeroporto di Domodedovo, a Sud di Mosca, il più colpito, con decine di voli in ritardo e pesanti disagi per i viaggiatori.

“Sono qui da ieri” dice una donna. “Divento matta. Non è possibile: ritardi, cancellamenti, mi spostano su un altro volo…non si capisce nulla”.

La preoccupazione maggiore resta per le conseguenze sanitarie del mix tra la nube di fumo sprigionata dagli incendi che accerchiano la capitale e giunta ormai nella stratosfera, lo smog e le temperature a 40°. I livelli di monossido di carbonio erano fino a ieri oltre 6 volte superiori alla norma.

Il bilancio ufficiale delle vittime resta fermo a 52. Chi può lascia la capitale. Per chi resta il governo, bersaglio delle critiche dell’opposizione per la gestione della crisi, ha predisposto 120 locali con aria condizionata in edifici statali e ospedali.

In tutta la Russia più di 190.000 ettari di boschi sono andati in fumo. Rientrata per ora la minaccia al sito di ricerca nucleare di Sarov, 500 chilometri a Est di Mosca.