ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Guinness dei primati per l'Uomo dell'Amazzonia

Lettura in corso:

Guinness dei primati per l'Uomo dell'Amazzonia

Dimensioni di testo Aa Aa

Ha camminato per 859 giorni, percorrendo 6.700 chilometri e ha disceso l’Amazzonia, il più lungo fiume al mondo. Ed Stafford, un britannico di 34 anni, si è conquistato così il suo posto nel Guinness dei primati.

L’impresa, senza precedenti, è stata condivisa, dopo cinque mesi dalla partenza, anche da un operaio peruviano.

“Tutti mi dicevano che ero pazzo, che mi avrebbero ucciso chissà quante volte… Ma non sono morto, e sono qua, per dimostrare che chiunque può raggiungere la meta che sogna, a patto di lavorarci duramente a prepararla”.

La lunga marcia conclusasi sulle rive brasiliane, era iniziata sul Nevado Mismi, in Perù, dove si trovano le sorgenti del fiume. La discesa di Stafford, raccontata quotidianamente su un blog, ha dovuto fare i conti con i tanti pericoli dell’Amazzonia.

Tra gli scopi della singolare performance, anche quello di richiamare l’attenzione sui rischi ecologici che corre l’Amazzonia. Stafford rifiuta l’etichetta di eco-guerriero, ma si è detto preoccupato per il futuro del “polmone della Terra”.