ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Visita a sorpresa di Medvedev in Abkhazia

Lettura in corso:

Visita a sorpresa di Medvedev in Abkhazia

Dimensioni di testo Aa Aa

Simbolica visita a sorpresa di Dmitri Medvedev in Abkhazia. Nel giorno del secondo anniversario del conflitto con la Georgia per il controllo sull’altra regione indipendentista georgiana, l’Ossezia del Sud, il Presidente russo ha incontrato il leader abkhazo Sergei Bagapch. Medvedev si è poi recato sul lungomare di Sukhumi, capoluogo della repubblica autoproclamata, riconosciuta da Mosca in seguito alla guerra lampo del 2008.

In Abkhazia, il Presidente russo ha difeso la scelta del Cremlino: “La decisione della Russia dopo la fase militare del conflitto non è stata facile da prendere, è stato doloroso e difficile – ha detto Medvedev. Con il tempo, però, abbiamo capito che è stata la giusta decisione, perché altrimenti la situazione ora sarebbe completamente diversa”.

Nella notte tra il 7 e l’8 agosto, in risposta al tentativo di Tiblisi di riconquistare la regione ribelle, le truppe russe entrarono in Ossezia del Sud. Il conflitto durò solo 5 giorni. Si concluse con il riconoscimento da parte di Mosca dell’indipendenza di Abkhazia e Ossezia del Sud. E in Ossezia del Sud, oltre mille abitanti si sono uniti al loro leader Eduard Kokoiti nella piazza centrale di Tskhinvali per ricordare l’inizio dell’offensiva georgiana sulla capitale.

La guerra ha segnato uno dei momenti più difficili nelle relazioni tra la Russia e l’Occidente dalla caduta dell’Unione Sovietica. E tra Mosca e Tiblisi. Nella capitale georgiana – dove si sono ricordate le vittime del conflitto – la visita a sorpresa di Medvedev è stata criticata. Il Presidente russo – ha affermato il vice-premier – farebbe meglio a occuparsi degli incendi che stanno devastando il suo Paese.