ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

A Bogotà si insedia Santos, prove di disgelo con Caracas

Lettura in corso:

A Bogotà si insedia Santos, prove di disgelo con Caracas

Dimensioni di testo Aa Aa

Il disgelo tra Venezuela e Colombia potrebbe iniziare oggi, con l’insediamento del nuovo presidente colombiano. I rapporti tra i due Paesi sono stati al centro dei colloqui a Caracas tra il presidente brasiliano Luis Inacio Lula da Silva, l’ex presidente argentino Nestor Kirchner – attuale Segretario generale dell’Unasur – e Hugo Chavez.

Nella capitale, il Presidente venezuelano ha confermato la presenza del suo ministro degli Esteri alla cerimonia di insediamento di Juan Manuel Santos: “Nicolas Maduro sarà a Bogotà per l’insediamento del presidente Santos – ha detto il presidente venezuelano -. Il suo compito sarà quello discusso con il Segretario generale Nestor Kirchner, anch’egli presente a Bogotà. Siamo molto ottimisti. Vogliamo davvero andare avanti”.

A Bogotà, circa 35.000 tra agenti di polizia, militari e addetti dei servizi segreti sono pronti per la cerimonia di investitura del nuovo Capo di Stato. Juan Manuel Santos raccoglie il testimone da Alvaro Uribe – alleato degli Stati Uniti, che lascia con il 70 percento dei consensi -, ma anche una pesante eredità. A partire dalla grave crisi in atto tra Bogotà e Caracas, arrivata sulla scia delle accuse di ospitare basi dei guerriglieri delle Farc in territorio venezuelano mosse a Chavez, culminata con la rottura dei rapporti diplomatici – tutt’ora in atto – da parte del leader venezuelano.

La presenza del ministro degli Esteri venezuelano a Bogotà potrebbe essere il primo passo verso la normalizzazione dei rapporti.