ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Il Pentagono: Wikileaks rimuova documenti riservati

Lettura in corso:

Il Pentagono: Wikileaks rimuova documenti riservati

Dimensioni di testo Aa Aa

Il Pentagono ha chiesto a Wikileaks di consegnare alle autorità militari 15 mila documenti segreti riguardanti la guerra in Afghanistan di cui il sito è in possesso e che non ha finora pubblicato.
L’amministrazione americana ha chiesto anche che Wikileaks rimuova dalla rete i 91 mila documenti riservati già pubblicati, che espongono a rischi persone e operazioni.

“L’unica condotta accettabile da parte di Wikileaks – dice il portavoce del Pentagono Geoff Morrell – è che restituisca immediatamente tutte le versioni di questi documenti al governo americano e le cancelli definitivamente da Internet, dai computer e dagli archivi. Una nota finale. Quella pagina web rappresenta una sfacciata incitazione ai funzionari del governo, compresi i militari, a violare la legge”.
Sospettato di aver passato quei documenti a Wikileaks, sito specializzato nella rivelazione di dossier riservati, è un soldato americano di 22 anni, attualmente in carcere negli Stati Uniti.

Il Pentagono ha riferito anche che circa 80 esperti di
intelligence sono al lavoro per esaminare il materiale, in modo da avvisare i governi
stranieri e i cittadini afghani dei rischi che corrono a causa della pubblicazione.