ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Gli aiuti umanitari arrivano nel Pakistan alluvionato

Lettura in corso:

Gli aiuti umanitari arrivano nel Pakistan alluvionato

Dimensioni di testo Aa Aa

Nei villaggi pakistani isolati a causa delle alluvioni, l’emergenza alimentare si fa ogni giorno più pressante.

Il governo di Islamabad ha messo sei elicotteri a disposizione del Programma alimentare mondiale gestito dalle Nazioni Unite.

Le prime missioni nella valle dello Swat, giovedì mattina, hanno permesso di consegnare circa sette tonnellate di cibi pronti. Ma è una lotta contro il tempo dall’esito incerto.

Le piogge monsoniche che hanno devastato il nord ovest del paese, causando più di 1.600 vittime e 12 milioni di sfollati, hanno iniziato a cadere anche nella provincia meridionale del Sindh. Qui il peggio è atteso per sabato. Secondo i servizi meteorologici, undici distretti provinciali corrono il rischio di essere alluvionati.

Rivolgendosi alla nazione per la prima volta dall’inizio dell’emergenza, il premier Gilani ha definito colossale la perdita di vite umane e i danni alle infrastrutture. Ha quindi lanciato un appello alla comunità internazionale per l’invio di aiuti.

Il primo volo umanitario organizzato dal governo italiano dovrebbe arrivare a Islamabad sabato mattina.

In un paese come il Pakistan, già segnato da una povertà diffusa, la violenza dell’acqua ha privato molti di ogni mezzo di sussistenza.