ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Aumentano i morti per gli incendi in Russia

Lettura in corso:

Aumentano i morti per gli incendi in Russia

Dimensioni di testo Aa Aa

Il bilancio dei morti in Russia si aggrava, e le autorità lanciano un appello ufficiale ai volontari per combattere gli incendi. Sono ormai più di 50 le persone rimaste uccise nei roghi che da oltre due settimane bruciano il Paese. Circa un quarto delle regioni russe sono interessate, più di 500 i focolai che risultano ancora accesi. Con mezzi più o meno sofisticati, vigili del fuoco, militari, ma anche tanti abitanti cercano di spegnere le fiamme. Al lavoro ci sono più di 150.000 persone.

Il premier Vladimir Putin, accusato da più parti per una gestione della crisi giudicata inadeguata, dopo avere promesso fondi d’urgenza per le famiglie le cui case sono andate distrutte, cerca ora di occuparsi anche degli studenti che hanno perso le loro scuole. “Dobbiamo considerare tutte le problematiche – ha detto durante un incontro a Mosca con il ministro dell’Istruzione – e fare in modo che il primo settembre, al rientro, non ci siano problemi”.

Mentre chi può cerca di fuggire con ogni mezzo dal fuoco, si teme che i roghi possano propagarsi alle aree già colpite dal disastro di Cernobyl.
Il ministro russo della Difesa, poi, ha fatto trasferire i depositi di missili e artiglieria dalla regione di Mosca. E la capitale soffoca nel fumo e nel caldo.