ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

In Norvegia l'allarmante scioglimento dei ghiacciai

Lettura in corso:

In Norvegia l'allarmante scioglimento dei ghiacciai

Dimensioni di testo Aa Aa

Diversi manufatti antichi, alcuni risalenti a 1500 anni fa, sono stati ritrovati nella regione di Jotunheimen, nella Norvegia centro-meridionale.

Una scoperta che tuttavia porta alla luce un fenomeno allarmante: di solito infatti quest’area è ricoperta di ghiaccio, ora questo sta scomparendo.

Secondo il ministero dell’Ambiente la velocità con cui il ghiacciaio si sta sciogliendo è preoccupante: la causa: l’aumento delle temperature, due-tre gradi al di sopra della norma, del vento e delle precipitazioni.

I segreti delle variazioni climatiche. Sulle loro tracce in Groenlandia c‘è un team di scienziati che per la prima volta hanno estratto una calotta glaciale di due chilometri e mezzo che conserva i dati sul clima di 130mila anni fa.

I glaciologi non erano riusciti a risalire oltre i 123mila anni fa. Con questa nuova operazione gli esperti possono studiare un periodo in cui le temperature erano più elevate di oggi di un paio di gradi, quello che potrebbe accadere dunque sulla terra nei prossimi decenni. Servirà a capire le variazioni climatiche naturali e la composizione dell’atmosfera in un’era in cui nessuna attività umana poteva influenzare l’ecosistema globale.

Allo stesso tempo il paesaggio della costa della Groenlandia, punteggiata di balene, foche e villaggi di pescatori potrebbe subire un forte cambiamento.

Nonostante la resistenza dei gruppi ambientalisti il governo della Groenlandia ha dato il permesso per l’avvio di trivellazioni offshore.

Al di sotto delle acque ghiacciate, secondo alcune stime, ci sarebbero circa circa 50 miliardi di barili di petrolio e di gas. La vita di questo territorio danese semiautonomo di 57mila abitanti potrebbe cambiare. Ma anche in negativo con i potenziali rischi per la fauna e l’industria della pesca in caso di disastro come quello avvenuto nel Golfo del Messico.