ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

"Empires of the deep": la Cina punta sul cinema 3D

Lettura in corso:

"Empires of the deep": la Cina punta sul cinema 3D

Dimensioni di testo Aa Aa

La Cina vuole il suo Avatar…Dal Paese asiatico viene lanciata la sfida ad Hollywood…n 3D. “Empires of the Deep”, che in italiano potrebbe essere tradotto “Gi imperi degli abissi”, è prodotto in Cina, ma ha un cast e una regia occidentale.

Come nel film di James Cameron le riprese hanno una durata di sei mesi. La computer grafica ha creato un mondo sottomarino popolato da meduse, aragoste e granchi giganteschi. Cinquantaquattro persone si occupano dell’animazione 3D e degli effetti speciali.

Circa un terzo degli schermi cinematografici in Cina, ossia poco più di mille, possono proiettare film tridimensionali. Nei cinema vengono inoltre installati nuovi schermi in 3D, ma vengono anche adattate le strutture attuali.

“Avatar” è stato un successo ai botteghini in Cina con circa 150 milioni di euro di incassi. L’uscita di “Empires of the Deep” è prevista nel 2011.