ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Spagna divisa per il no alla corrida. Manifestazioni a favore e contro la nuova legge

Lettura in corso:

Spagna divisa per il no alla corrida. Manifestazioni a favore e contro la nuova legge

Dimensioni di testo Aa Aa

Divide letteralmente la Spagna, la legge approvata di recente in Catalogna che proibisce la corrida dal 2012. Secondo alcuni sondaggi pubblicati dai quotidiani, la maggioranza degli spagnoli si oppone tanto allo spettacolo taurino (sono il 60 per cento), quanto alla norma proibizionista (il 57 per cento).

Ieri, in occasione della prima corrida dopo il varo della legge, a Barcellona non sono mancate le dimostrazioni.

“Non sono mai stato a una corrida, ma sono contrario a proibirle. Non mi piace che siano proibite qui, in Catalogna”, dice un giovane.

Il 36 per cento degli intervistati ritiene che il divieto delle competizioni contro i tori sia dovuto alle sofferenze inflitte agli animali.

“Non finirà mica nel 2012. Ecco perché siamo qui. E ci saremo, fino all’ultima corrida”.

Sulla querelle è intervenuto anche il capo del governo, il socialista Zapatero. Il premier ha detto di rispettare la volontà espressa dal parlamento regionale, aggiungendo però di non ritenere la proibizione il giusto metodo.