ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Russia in fiamme, non migliora la situazione

Lettura in corso:

Russia in fiamme, non migliora la situazione

Dimensioni di testo Aa Aa

Non accenna a migliorare la situazione nelle regioni russe investite dagli incendi di bosco. L’ondata di caldo e siccità è la più grave della storia recente della Russia. E le previsioni meteorologiche indicano temperature fino a 42 gradi ancora nei prossimi giorni.

Il bilancio dei danni e delle vittime è in continuo aggiornamento. Almeno 34 i morti, 130 mila ettari andati in fumo; più di 2000 le abitazioni distrutte, oltre 5000 gli abitanti evacuati.
Al ministero delle situazioni d’emergenza prevale la preoccupazione.
“Se teniamo conto delle previsioni fino alla prossima settimana – dice Sergei Shoigu -, non dobbiamo aspettarci nulla di buono, sfortunatamente. Ecco perché tutte le nostre unità restano attive e abbiamo chiesto un ulteriore sforzo alle autorità locali”.

Da più parti si lamenta una reazione tardiva da parte dello Stato. L’agricoltura delle zone colpite è in ginocchio, i prezzi dei generi alimentari sono in aumento. Il patriarca ortodosso Kirill ha invitato tutti i russi a pregare per la pioggia.