ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Israele apre all'inchiesta Onu sul raid alla Freedom Flottilla

Lettura in corso:

Israele apre all'inchiesta Onu sul raid alla Freedom Flottilla

Dimensioni di testo Aa Aa

Israele collaborerà con l’inchiesta Onu sul raid alla Freedom Flottilla del 31 maggio. Lo ha fatto sapere lo Stato ebraico nel giorno in cui le Nazioni Unite hanno annunciato l’avvio dei lavori della commissione d’inchiesta internazionale sull’attacco israeliano al convoglio di attivisti filo-palestinesi diretti a Gaza. Nell’operazione rimasero uccisi 8 cittadini turchi e un cittadino statunitense di origine turca.

Il governo israeliano dice di non avere nulla da nascondere: “Noi crediamo che i fatti ci diano ragione – ha detto i lportavoce del governo Mark Regev – e non abbiamo alcun problema ad affrontare una commissione oggettiva e credibile che verifichi le indagini condotte dalle parti”. Israele – che ha lanciato un’inchiesta interna – si era fino ad ora rifiutato di dare il nulla osta a un’inchiesta internazionale – fortemente voluta, invece, dalla Turchia. Ankara ha espresso soddisfazione per gli sviluppi.

La vicenda ha seriamente deteriorato i rapporti tra i due Stati. “Mi auguro sinceramente – ha detto il Segretario generale dell’Onu Ban Ki-Moon – che questo darà un contributo positivo al processo di pace e al miglioramento dei rapporti tra Israele e Turchia”.

La commissione – il cui primo rapporto è atteso per metà settembre – sarà presieduta dal presidente uscente colombiano Alvaro Uribe, e dall’ex premier neozelandese Geoffrey Palmer. Ne faranno parte anche un esperto israeliano e uno turco. Tra i compiti, anche quello di appurare eventuali responsabilità della Turchia nella vicenda.