ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Russia, incendi anche nell'Estremo Oriente


Federazione russa

Russia, incendi anche nell'Estremo Oriente

Gli incendi in Russia hanno raggiunto la regione dell’Estremo Oriente, dove risultano in fiamme circa centomila ettari di taiga. Particolarmente toccata la Kamchatka, penisola nell’estremo nord-est del Paese.

I roghi sono stati provocati dall’eccezionale ondata di caldo e di siccità che sta colpendo la Russia e che durerà, secondo le previsioni, nei prossimi giorni. Finora hanno provocato una trentina di morti e bruciato decine di migliaia di ettari nella parte occidentale del Paese.

Anche in Tatarstan l’allerta è elevata. Spiega il suo ministro responsabile dei boschi, Nail Magdeev: “Nessuno si prende cura della torba nei campi da oltre 25 anni. Tenuto conto delle condizioni climatiche di oggi, essa è in grado di incendiarsi spontaneamente”.

240mila soldati circa e centinaia di mezzi militari sono stati mobilitati dal governo per aiutare i vigili del fuoco a combattere le fiamme, che hanno finora distrutto più di 1.200 case e devastato interi villaggi.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo

mondo

Pakistan, manifestazioni contro il premier britannico