ULTIM'ORA

Lettura in corso:

La Colombia smentisce di voler attaccare il Venezuela


Venezuela

La Colombia smentisce di voler attaccare il Venezuela

La Colombia respinge le accuse mossele da Caracas di essere intenzionata a un’aggressione militare al Venezuela. Preoccupato delle tensioni tra i due Paesi, il presidente venezuelano Hugo Chavez ha inviato delle truppe sul confine. L’omologo colombiano Alvaro Uribe ha smentito un eventuale attacco e ha accusato Chavez di ingannare, con simili dichiarazioni, il popolo venezuelano.
 
“La Colombia non ha mai pensato di attaccare il popolo fratello della Repubblica Bolivariana del Venezuela” ha detto il portavoce della presidenza Cesar Mauricio Velasquez. “Il Paese ha fatto ricorso ai canali del diritto internazionale e continuerà a insistere su questi meccanismi affinché siano adottate misure che convincano il governo venezuelano a rispettare l’obbligo di non dare asilo a terroristi colombiani”.
 
Il Venezuela ha rotto formalmente le relazioni con la Colombia una decina di giorni fa in risposta alle accuse rivoltegli da Bogotà di ospitare i guerriglieri delle Farc sul proprio territorio.
 
Il contenzioso tra i due stati non è che l’ultimo picco in un rapporto segnato da frequenti tensioni. L’anno scorso Caracas aveva sospeso le relazioni commerciali con la Colombia in segno di protesta contro la decisione di Bogotà di permettere alle forze statunitensi di utilizzare le basi militari colombiane. 
 
Chavez, tuttavia, ha annunciato che il ministro degli Esteri venezuelano è pronto a incontrare un incaricato del nuovo presidente colombiano Juan Manuel Santos dopo l’insediamento di quest’ultimo, previsto il 7 agosto, per cercare di normalizzare le relazioni tra i due Paesi.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo

mondo

I Paesi Bassi lasciano l'Afghanistan