ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Grecia, lo sciopero dei camionisti accresce i timori per la stagione turistica

Lettura in corso:

Grecia, lo sciopero dei camionisti accresce i timori per la stagione turistica

Dimensioni di testo Aa Aa

Al sesto giorno di astensione dal lavoro degli autisti greci, la precettazione degli scioperanti e il ricorso alle autobotti militari non sono bastati a ridurre i disagi. Rifornimenti garantiti solo ad ospedali, aeroporti e centrali elettriche, mentre alle poche pompe di benzina ancora aperte la scena resta la stessa: attese lunghissime per una quantità razionata.

La penuria di carburante ha già messo in ginocchio molti operatori turistici, come questo imprenditore, titolare di un autonoleggio:

“Stiamo subendo danni incalcolabili. Abbiamo macchine ovunque: i clienti, rimasti senza benzina, temono di perdere l’aereo e cosi le lasciano dove capita”.

Ma è l’intero comparto turistico che la mobilitazione dei camionisti, contrari alla liberalizzazione del settore, colpisce duramente.

Le cancellazioni, soprattutto dall’estero, si susseguono, e segnali preoccupanti arrivano anche dai mercati ortofrutticoli, a un passo dal restare ingolfati.

“E’ la catastrofe, non possiamo caricare il prodotto, abbiamo dovuto sospendere la raccolta. Così l’uva crescerà troppo e non potremo più venderla”, dice un coltivatore.

Per uscire dall’impasse servirebbe una intesa tra governo e sindacati, solo che di essa per ora non se ne vede nemmeno l’ombra.