ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

In Russia gli incendi arrivano a ovest

Lettura in corso:

In Russia gli incendi arrivano a ovest

Dimensioni di testo Aa Aa

Un dispiegamento di mezzi senza precedenti per combattere gli incendi in Russia. Il centro del Paese brucia, e i roghi si stanno propagando anche a ovest. Il premier Vladimir Putin parla di una situazione molto difficile. Negli ultimi giorni sono morte una trentina di persone. Al lavoro ci sono 240.000 tra soldati, pompieri, volontari, aiutati da 300 mezzi militari.

Tra le aree più colpite, la regione di Voronezh, a sud di Mosca: “Quando siamo arrivati – racconta un residente -, il recinto era in fiamme. Le fiamme e il vento erano così forti, non abbiamo potuto avvicinarci per circa venti minuti. Subito abbiamo cercato di spegnere il fuoco e poi abbiamo iniziato a raccogliere alcune cose, ad esempio alcuni documenti importanti. Siamo riusciti a salvare alcuni oggetti, poi la polizia e i pompieri ci hanno detto di allontanarci”.

Dalla creazione del Centro Metereologico Nazionale, 130 anni fa, questa è per la Russia la peggiore ondata di caldo. In oltre un mese circa 3500 persone sono state evacuate e oltre 1250 case distrutte. Nella regione di Vladimir, a est di Mosca, la situazione sta migliorando, ma l’attenzione è d’obbligo: “Siamo sempre attenti – dice un uomo -, per vedere se si sviluppano nuovi roghi intorno a noi. Cerchiamo di agire appena vediamo un po’ di fumo”.

Sono ormai oltre 1200 i chilometri quadrati interessati dagli incendi. Qualcuno, per maggiore tranquillità, si prepara alla fuga: “Questa è la nostra auto, le cose le mettiamo qui – racconta una donna -. Tutto quello che possiamo, ovvio, non tutto quello che abbiamo, solo le cose strettamente necesarie. E siamo pronti a partire in un secondo, se il fuoco si avvicina”.

Per proteggersi, a qualcuno non resta altro che pregare, mentre si contano anche i danni all’agricoltura. Migliaia di agricoltori sono sull’orlo della bancarotta, e i prezzi del grano sono schizzati alle stelle in uno dei principali Paesi esportatori al mondo.