ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Duisburg ha ricordato le vittime della Love Parade

Lettura in corso:

Duisburg ha ricordato le vittime della Love Parade

Dimensioni di testo Aa Aa

I Paesi di origine delle 21 vittime scritti su teli bianchi, i loro nomi letti ad alta voce. Duisburg si è fermata per ricordare le persone morte alla Love Parade, sabato 24 luglio. E anche gli oltre 500 feriti, in un evento nato come una festa, ma che si è trasformato in tragedia. Centinaia di persone, tra cui molti parenti delle vittime, si sono unite nel dolore e hanno camminato lungo il percorso che porta al vecchio scalo merci dove era stato organizzato il raduno techno.

La giornata era iniziata con una cerimonia ecumenica nella Chiesa del Salvatore. Per parteciparvi, il Cancelliere tedesco Angela Merkel ha interrotto le vacanze. Insieme a lei, presenti diverse personalità politiche, oltre al presidente tedesco, Christian Wullf.

La Love Parade – che non si terrà più – era stata autorizzata per 250.000 persone. Secondo alcune stime, ce ne sarebbero state più di 1 milione. Il sindaco di Duisburg è accusato di avere privilegiato il profitto a scapito della sicurezza, nonostante, a quanto sembra, gli avvertimenti della polizia.