ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Spari alle porte di Mosca per salvare il bosco dall'autostrada

Lettura in corso:

Spari alle porte di Mosca per salvare il bosco dall'autostrada

Dimensioni di testo Aa Aa

Spari e lanci di bottiglie e sassi, per salvare il bosco dalle colate d’asfalto. In centinaia hanno così detto no al progetto di una nuova autostrada, che rischia di sventrare un polmone verde alle porte di Mosca.
Gli scontri arrivano dopo una lunga e inascoltata protesta: lettere aperte, sit-in e petizioni firmate da migliaia di cittadini, che non hanno però impedito il via dei lavori.
Mentre le autorità hanno dichiarato chiuso il caso, sostenendo che non vi sia più nulla da discutere, in molti ricordano la vicenda del giornalista, che un gruppo di sconosciuti ha ridotto in coma nel 2008, mentre indagava sul progetto.
La controversa realizzazione di un’autostrada fra San Pietroburgo e Mosca che, in cantiere da anni, nei piani dovrebbe anche facilitare l’accesso all’aeroporto internazionale di Sheremetyevo. Al prezzo, però, di sacrificare il verde di Khimki.
Nelle ore precedenti agli scontri, 9 ambientalisti di un comitato locale erano stati arrestati mentre campeggiavano nel bosco, con l’intenzione di opporsi alle ruspe.