ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

WikiLeaks: la Nato condanna la pubblicazione dei dossier

Lettura in corso:

WikiLeaks: la Nato condanna la pubblicazione dei dossier

Dimensioni di testo Aa Aa

La strategia britannica nella guerra in Afghanistan sarà messa sotto esame da due inchieste parlamentari. L’annuncio a Londra è stato fatto nel bel mezzo della bufera WikiLeaks, anche se il comitato di difesa ha affermato che i due eventi non sono collegati.

È invece sicuramente collegato con le rivelazioni del sito internet l’intervento del premier britannico in India: “Vogliamo vedere un Pakistan forte, stabile e democratico, ma non possiamo tollerare in alcun modo che questo paese faccia il doppio gioco e promuova l’esportazione del terrorismo, che sia in India, in Afghanistan o in qualunque altro luogo nel mondo”.

WikiLeaks ha infatti messo in luce le preoccupazioni di Washington sulla presunta collaborazione di elementi dei servizi segreti pakistani con i taleban afgani.

Sui documenti resi pubblici dall’organizzazione, è arrivata per la prima volta la condanna della Nato. Il portavoce dell’Isaf ha assicurato: “Questo sfortunato evento non avrà nessun impatto sul nostro impegno ad approfondire la nostra collaborazione con Afghanistan e Pakistan”.

WikiLeaks nei giorni scorsi ha pubblicato 92 mila documenti militari segreti sulla guerra in Afghanistan. Da alcuni di questi emergerebbe anche l’insabbiamento dell’uccisione di centinaia di civili.