ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Obama minimizza portata scoop Wikileaks

Lettura in corso:

Obama minimizza portata scoop Wikileaks

Dimensioni di testo Aa Aa

La Casa Bianca minimizza la portata dello scoop di Wikileaks. Barack Obama si è detto preoccupato per la fuga di notizie sulla guerra in Afghanistan messa in moto dal sito, ma ha affermato che i documenti pubblicati non “rivelano nulla di nuovo’‘. Proprio le notizie contenute negli stessi – ha detto – lo aveva convinto a rivedere la strategia sul conflitto.

“Sono preoccupato per la rivelazione di informazioni sensibili dal campo di battaglia che potrebbero potenzialmente mettere in pericolo individui o operazioni. Questi documenti, però, non rivelano alcuna questione che non sia già stata affrontata nel nostro dibattito pubblico sull’Afghanistan” ha detto il presidente americano.

I documenti proverebbero anche un legame con Al Qaeda dell’intelligence del Pakistan, Paese alleato, nella regione, degli Stati Uniti, da cui riceve finanziamenti.

“Non è davvero giustificabile per il popolo afghano il fatto che al Paese siano dati 11 miliardi di dollari o più per aiutare la ricostruzione o per rafforzare la sicurezza o le forze di difesa, e che dall’altro lato, proprio quelle stesse forze addestrino il terrorismo” ha affermato Rangin Dadfar Spanta, consigliere per la sicurezza nazionale per il presidente Karzai.

Il Pakistan ha respinto le accuse contenute in parte degli oltre novantamila documenti pubblicati da Wikileaks, sulla cui fonte il Pentagono ha aperto un’inchiesta penale. Riguardo al conflitto in Afghanistan, il Congresso americano ha approvato i fondi per l’aumento delle truppe nel Paese.