ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Corrida, oggi Bercellona decide se abolirla

Lettura in corso:

Corrida, oggi Bercellona decide se abolirla

Dimensioni di testo Aa Aa

Vietare la corrida: sarebbe una svolta storica quella che la Catalogna potrebbe intraprendere. Oggi il voto del parlamento di Barcellona. Le previsioni danno maggiori chances agli abolizionisti e a tremare non sono solo i patiti della più ancestrale e controversa delle tradizioni. La trepidazione riguarda l’intera società spagnola e il confronto con la cultura catalana.

“E’ una brutalità, far soffrire degli animali prima di ucciderli. E’ ora di farla finita” dice una residente di Barcellona. “Io sono catalana ma la corrida non mi è mai piaciuta”.

“La questione è stata del tutto politicizzata in Catalogna” spiega un torero. “Bisogna invece tornare ai fatti: la capacità di un uomo di stare davanti a un toro è un’arte. Ecco il significato della corrida”.

Se il Parlamento deciderà per il divieto, la Catalogna sarà la seconda regione di Spagna ad abolire le lotta nelle arene dopo le Canarie.

A fare da ago della bilancia nell’assemblea regionale saranno in primis i socialisti e i centristi. Se gli ambientalisti non attendono altro, gli aficionados della corrida temono invece che una vittoria dell’abolizionismo alimenti il contagio ad altre regioni.