ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Blix: guerra Iraq fu ingiustificata e illegale

Lettura in corso:

Blix: guerra Iraq fu ingiustificata e illegale

Dimensioni di testo Aa Aa

La guerra in Iraq è stata ingiustificata e al di fuori di ogni quadro giuridico. Sono le dichiarazioni rilasciate alla commissione d’inchiesta britannica sulla guerra in Iraq da Hans Blix, ex capo ispettore Onu che, dopo i sopralluoghi nell’allora regime di Saddam Houssein, concluse che non c’era traccia di armi di distruzione di massa.

“Alla fine di tutto il lavoro d’ispezione dei siti fummo chiari: no, non abbiamo trovato armi di distruzione di massa. Sia Londra che Washington avrebbero dovuto prendere atto che le loro fonti non erano ben informate” ha detto Blix, capo della Commissione d’Ispezione delle Nazioni Unite dal 1999 al 2003.

Blix criticò la decisione di invadere il Paese: a suo avviso la risoluzione del Consiglio di Sicurezza sull’Iraq non autorizzava affatto un intervento militare. Posizione che sostennero anche Francia e Russia.

Tony Blair, allora Premier, ebbe un colloquio privato con Blix nel settembre 2002. Blix non escluse che Baghdad potesse tenere in serbo residui di armi chimiche, ma insistette sui dubbi riguardanti le informazioni della Cia in merito al tentativo dell’Iraq di rifornirsi di uranio dal Niger.

Tra novembre 2002 e il 18 marzo 2003, Blix e i suoi ispettori monitorarono oltre 700 siti in Iraq, prima di lasciare il Paese all’avvio della guerra.