ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Molte ombre sulla morte dell'ostaggio francese

Lettura in corso:

Molte ombre sulla morte dell'ostaggio francese

Dimensioni di testo Aa Aa

Restano ancora molte ombre sulla morte di Michel Germaneau, l’ostaggio francese, prigioniero per quattro mesi del braccio maghrebino di Al Qaida.
 
Parigi ha inviato nella regione il proprio ministro degli esteri. Bernard Kouchner in visita in Mauritania, Mali e Niger tenta di ricostruire le fasi di un sequestro finito tragicamente:
 
“Pensavamo di poterci mettere in contatto con il gruppo armato – dice il ministro – Ma non siamo riusciti. Questo significa che avevano già deciso di ucciderlo. Non sappiamo quando è morto, ma non credo che possiamo credergli”.
 
Non è chiaro se ad accelerare la fine di Germaneau,  sia stato il raid per tentare di liberarlo. Se sia stato effettivamente ucciso o se l’uomo, di settantotto anni  sia deceduto per un peggioramento delle condizioni di salute.
 
Difficile ricostruire la verità, tanto più che il suo il suo corpo non è stato ancora ritrovato.