ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Francia intende rafforzare lotta contro Al Qaeda nel Maghreb Islamico

Lettura in corso:

Francia intende rafforzare lotta contro Al Qaeda nel Maghreb Islamico

Dimensioni di testo Aa Aa

Rafforzare la battaglia contro il gruppo che ha rivendicato l’uccisione di Michel Germaneau. È l’intenzione di Parigi, che intende dare sostegno logistico alle azioni militari di Mauritania, Mali e Niger contro i militanti di Al Qaeda nel Maghreb Islamico, che avevano rapito l’anziano francese in aprile.

“Siamo in guerra contro Al Qaeda” ha detto il primo ministro francese François Fillon. “Da molti mesi stiamo dando un supporto militare in particolare alle forze mauritane che combattono Al Qaeda nel Maghreb. Lo facciamo perché rappresenta una minaccia per tutto il nostro Paese”.

Anche il presidente del Mali ha espresso la volontà di voler coordinare le operazioni contro il gruppo, come ha confermato il capo della diplomazia francese Bernard Kouchner, che lo ha incontrato a Bamako durante la sua visita nel Sahel. L’immensa zona semi-desertica che riguarda anche Niger, Mali, Mauritania e Algeria e dove opera Al Quaeda nel Maghreb Islamico. Turisti e lavoratori stranieri lì presenti sono stati invitati a usare la massima prudenza negli spostamenti.

La collaborazione nell’area finora ha dimostrato alcune carenze, anche a proposito del raid compiuto la scorsa settimana dalle forze della Mauritania, in collaborazione con la Francia, contro il gruppo islamico. Operazione volta a liberare Germaneau – rapito in Niger, ma detenuto in Mali – e in merito alla quale quest’ultimo Paese ha detto di non essere stato informato a dovere.