ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Sarkozy ad Al Qaida: "Morte Germaneau non resterà impunita"

Lettura in corso:

Sarkozy ad Al Qaida: "Morte Germaneau non resterà impunita"

Dimensioni di testo Aa Aa

L’Eliseo conferma e condanna l’esecuzione dell’ostaggio francese nelle mani di Al Qaida da aprile.
Settantotto anni, ingegnere in pensione, Michel Germaneau era stato rapito in Niger, mentre partecipava come volontario alla costruzione di scuole per i nomadi Tuareg.

A ufficializzare l’accaduto un intervento televisivo dello stesso presidente francese Nicolas Sarkozy: “Condanno questo atto barbaro – ha detto -, questo atto odioso, che ha fatto una vittima innocente. Il crimine commesso contro Michel Germaneau non resterà impunito”.

Dal presidente Sarkozy anche un invito ad evitare il Sahel, porzione del Sahara che attraversa Niger, Mali, Mauritania, Ciad, Senegal e Burkina Faso.

In un messaggio audio diffuso ieri, Al Qaida per il Maghreb islamico sosteneva di aver ucciso Germaneau, in risposta alla morte di sette mujaheddin, avvenuta nel corso di un fallito raid per liberarlo, condotto negli scorsi giorni in Mali da Mauritania e Francia.