ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Addio a Hayward, volto della catastrofe Bp

Lettura in corso:

Addio a Hayward, volto della catastrofe Bp

Dimensioni di testo Aa Aa

Cancellare il volto della catastrofe, ripulire l’immagine di Bp prima ancora di aver ripulito il Golfo del Messico. Che la testa dell’ad Tony Haward fosse destinata a cadere era prevedibile. Ora si sa che è questione di giorni o ore l’addio dell’uomo che andava in regata con la famiglia al di là dell’Atlantico mentre il greggio sgorgava dai fondali del Golfo del Messico.

Hayward sta negoziando la liquidazione: con 28 anni in azienda avrà un anno di stipendio – 1 milione e 200.000 mila euro – oltre a una pensione di circa 717.000 euro. Al suo posto è pronto Bob Dudley, già alla guida effettiva delle operazioni contro la marea nera da giugno.

La compagnia petrolifera ha intanto ripreso gli interventi per la chiusura definitiva del pozzo Macondo, sui fondali del Golfo, dopo il passaggio della depressione tropicale Bonnie.

E sull’altro lato dell’Oceano infuria la polemica, a partire dall’Italia, per le nuove trivellazioni che la compagnia sta per avviare nel Mediterraneo, al largo delle coste libiche, a meno di 600 chilometri dalla Sicilia, con pozzi a profondità maggiori di quello della Deepwater Horizon.