ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

A un click dalla giustizia elettronica

Lettura in corso:

A un click dalla giustizia elettronica

Dimensioni di testo Aa Aa

Un italiano in Germania cerca un avvocato. Un giudice estone deve consultare il diritto spagnolo. Finora potevano volerci settimane. Ma adesso, grazie a un nuovo portale europeo, l’e-justice è a portata di click.

Il portale sulla giustizia lanciato a luglio, e costituito di oltre 12 mila pagine, punta a rendere la vita più facile ai 10 milioni di europei che ogni anno si trovano coinvolti in un procedimento giudiziario transfrontaliero.

È possibile ottenere risposte rapide su problemi concreti, come divorzi, decessi, cause giudiziarie, ma anche traslochi. O imparare come evitare onerosi procedimenti giudiziari attraverso la mediazione, o ancora scoprire quale diritto nazionale sia applicabile in una certa situazione.

Per esempio, poniamo che siate vittima di un reato mentre vi trovate in vacanza in un altro paese dell’Unione europea. Alexander Ivantchev, manager del progetto della Direzione Generale Giustizia della Commissione Europea, spiega: “Una delle funzionalità disponibili è la possibilità di trovare un avvocato in qualunque stato membro sia necessario: per esempio, qui forniamo una definizione di avvocato e un link che permette di trovare un avvocato a livello nazionale in qualunque stato membro”.

I professionisti – avvocati, notai, giudici – hanno invece accesso a database, ai contatti di colleghi, e alle informazioni sulla formazione giudiziaria. Possono anche informarsi su come organizzare una videoconferenza fra più paesi.

Gli imprenditori troveranno link a registri immobiliari e fallimentari, o dati riguardanti le leggi che si applicano in determinati paesi.

Il progetto però è solo all’inizio, e in espansione. Per esempio, nei primi mesi del 2011, saranno già disponibili schede informative sui diritti di imputati e vittime in tutti gli Stati dell’Unione europea.

Con la soluzione dei problemi riguardanti firma, identità e pagamento elettronici, poi, l’e-justice europea sarà finalmente realtà.