ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Una Germania sotto choc si chiede come sia potuto accadere

Lettura in corso:

Una Germania sotto choc si chiede come sia potuto accadere

Dimensioni di testo Aa Aa

Adesso ci si chiede come sia potuto accadere. Cosa, nei piani per il controllo dell’ordine pubblico, non abbia funzionato. La Germania si è svegliata sotto choc: la tragedia di Duisburg, per dinamica e proporzioni, ha pochi precedenti, soprattutto in Europa.

E ancora scossi sono i residenti del quartiere della festa, che a lungo non capivano nemmeno cosa stesse accadendo.

“Dopo che hanno chiuso il passaggio, per controllare la situazione, molti ragazzi hanno cominciato ad attraversare il nostro giardino. Noi abbiamo slegato i cani, e impiegato ogni mezzo per impedire il passaggio, ma la gente era troppa. Poi, senza più pensare al giardino, abbiamo ceduto alla pressione della folla”.

“Beh, all’inizio eravamo preoccupati per il caos. Ma quando abbiamo saputo che c’erano dei morti abbiamo cominciato a sentirci male, soprattutto perché non potevamo dare alcun aiuto. Siamo stati spinti in mezzo a qualcosa che non avremmo voluto, e soprattutto senza essere in grado di aiutare”.

Mentre le indagini puntano ad accertare eventuali responsabilità degli organizzatori o degli uffici che hanno concesso le autorizzazioni, in tanti hanno cominciato a deporre fiori e candele, in memoria delle vittime.