ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ue pronta a favorire il dialogo tra Kosovo e Serbia

Lettura in corso:

Ue pronta a favorire il dialogo tra Kosovo e Serbia

Dimensioni di testo Aa Aa

L’Unione Europea lancia un appello per il dialogo tra il Kosovo e la Serbia. Il verdetto della Corte Internazionale di Giustizia sull’indipendenza di Pristina sarà discusso dai ministri degli esteri dei 27 paesi membri lunedì a Bruxelles.

“Siamo pronti a facilitare il processo di dialogo tra Pristina e Belgrado. Un dialogo volto a promuovere la cooperazione, passi in avanti sul cammino verso l’Europa e a migliorare la vita della gente” ha riferito l’Alto rappresentante per la politica estera dell’Ue Catherine Ashton.

L’indipendenza del Kosovo è stata finora riconosciuta da ventidue dei ventisette stati membri dell’Unione Europea. Fermamente contrari Spagna, Grecia, Cipro, Romania e Slovacchia. Favorevoli alla stessa sono anche pesi da novanta come Australia, Canada, Stati Uniti, Giappone e Turchia.

In seno all’Onu, dei centonovantadue paesi che ne fanno parte, sessantanove si sono finora pronunciati a favore dell’indipendenza. Per parlare della maggioranza dei membri, bisognerebbe raggiungere quota novantasette.

Contrarie sono la Russia e la Cina. Mosca precisa che il parere consultivo dell’Aja non costituisce una base legale per l’indipendenza del Kosovo. Il verdetto, secondo Pechino, lascia ancora spazio a un percorso negoziale tra Belgrado e Pristina.