ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Lotta all'AIDS, crisi finanziaria sottrae fondi preziosi

Lettura in corso:

Lotta all'AIDS, crisi finanziaria sottrae fondi preziosi

Dimensioni di testo Aa Aa

Di Aids non si muore più come un tempo, con il virus si può convivere e talvolta anche vivere una vita normale. Ma la politica deve fare la sua parte, altrimenti la lotta sarà vana.

E’ questo il messaggio che esce dalla Conferenza internazionale sull’Aids di Vienna. I fondi per trattamenti, cure e prevenzione sono in calo rispetto all’anno scorso, complice la crisi finanziaria. Ma l’International Aids Society richiama i governi al senso di responsabilità.

“Quando c‘è un’emergenza a Wall Street o una fuga di petrolio, vengono subito mobilitati miliardi su miliardi di dollari. Ma quando c‘è bisogno di una risposta rapida a una crisi globale sull’HIV e l’AIDS, la gente ha diritto ad avere una risposta analoga, eppure non riusciamo a trovarla. Dobbiamo ricordarci che altre 7500 persone hanno contratto l’infezione oggi, e altrettante ieri e altrettante la contrarranno domani”.

Il Fondo mondiale per l’Aids deve raccogliere tra 13 e 20 miliardi di dollari, in donazioni pubbliche e private, per coprire il periodo 2011-2013. Il 5 ottobre, a New York, i governi annuncieranno i loro stanziamenti. L’appello, oltre che ai paesi occidentali, è rivolto anche alle nuove grandi economie, come quella cinese.