ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Kosovo, un 'caso particolare' che divide la comunità internazionale

Lettura in corso:

Kosovo, un 'caso particolare' che divide la comunità internazionale

Dimensioni di testo Aa Aa

Comunità internazionale divisa sul pronunciamento della Corte di Giustizia dell’Aja sul Kosovo. Il sì sulla legittimità della proclamazione unilaterale di indipendenza dalla Serbia, indipendenza dichiarata dalla provincia a maggioranza albanese nel febbraio 2008, per alcuni potrebbe costituire un precedente per altri territori con tendenze separatiste.

Jan Wouters, professore di diritto internazionale presso l’Università cattolica di Leuven, precisa che si tratta di un caso particolare. “Quello del Kosovo, ha chiarito la Corte, è un caso molto specifico, si inserisce in un quadro particolare, vista anche la situazione legale data dalla risoluzione 1244 del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite, che aveva previsto una sorta di regime transitorio, un’amministrazione internazionale nel periodo tra il 1999 e il febbraio 2008, mese in cui si sono dichiarati indipendenti” spiega. “È una situazione molto particolare e sicuramente non si dovrebbero dedurre precedenti a favore di altre entità sub-statali”.

La Serbia insiste che non accetterà mai l’indipendenza dichiarata dal Kosovo. Belgrado punta a raggiungere un compromesso, dopo anni di negoziati infruttuosi con Pristina. Il Paese, ha affermato il presidente serbo Boris Tadic, farà tutto il possibile per fare approvare, il prossimo autunno, una propria risoluzione in merito durante l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite.