ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Reporter senza frontiere: in Ucraina poca libertà di stampa

Lettura in corso:

Reporter senza frontiere: in Ucraina poca libertà di stampa

Dimensioni di testo Aa Aa

Stampa imbavagliata anche in Ucraina. A lanciare l’allarme l’organizzazione Reporter senza Frontiere. Dalla salita al potere del presidente Viktor Yanukovic, a fine febbraio, la censura si sarebbe abbattuta sui media. I giornalisti, per dieci anni, durante la presidenza di Leonid Kuchma, avevano già conosciuto l’intimidazione politica.

Così il direttore di TVI Roman Skrypin: “Non è più possibile mettere in ginocchio tutti i giornalisti di questo Paese, come durante la presidenza Kuchma. E’ naturale che ci sia un sacco di pubblicità. Più forte è la pressione e l’indifferenza verso questo problema, più numerosa sarà la pubblicità. E alla fine avrà effetto sulle autorità, dovrà avere un effetto, perché queste autorità almeno dichiarino che il futuro del Paese è nell’Unione Europea”.

Dal 2004, grazie alla Rivoluzione arancione, la stampa aveva conosciuto maggiore libertà, ora invece giornalisti e cittadini ucraini stanno denunciando tentativi di censura e di manipolazione delle notizie in senso filogovernativo, soprattutto nei telegiornali.