ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Prime reazioni al sì dell'Aja per il Kosovo

Lettura in corso:

Prime reazioni al sì dell'Aja per il Kosovo

Dimensioni di testo Aa Aa

L’Aja ha appena detto la sua sull’indipendenza del Kosovo ed ecco le prime reazioni a caldo. Plaudono gli Stati uniti, Tirana parla di giorno storico. La Nato conferma il suo impegno per la sicurezza di tutti.

Dura quanto scontata la replica di Belgrado, che pure si era detta aperta a un compromesso:

“La Serbia”, ha dichiarato il ministro degli esteri, Vuk Jeremic, “non riconoscerà mai e in nessuna circostanza una dichiarazione unilaterale di indipendenza. Credo che d’ora in avanti nel mondo molte persone saranno indotte a scrivere la loro dichiarazione di indipendenza…e, stando al parere della corte in senso stretto, lo faranno in accordo con il diritto internazionale”.

L’ok della corte dell’Aja fuga ogni dubbio sulla nostra indipendenza, dice dal canto suo Pristina. E detta le sue condizioni: “Mi aspetto che la Serbia si dimostri all’altezza delle sue responsabilità in quanto nazione dei Balcani occidentali”, ha detto il ministro degli esteri, Skender Hyseni, “E che dialoghi con noi sulle diverse questioni di interesse e importanza comuni. Ma tali negoziati possono avere luogo solo tra stati sovrani, tra stati sovrani confinanti”.