ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Belgio celebra festa nazionale ma senza unità

Lettura in corso:

Belgio celebra festa nazionale ma senza unità

Dimensioni di testo Aa Aa

Il Belgio celebra la sua festa nazionale, a dispetto delle divisioni tra le due comunità linguistiche che minacciano la tenuta dello stato.

Nel tradizionale discorso ai belgi, il re Alberto II ha preso atto del successo elettorale dei separatisti fiamminghi. E ha indicato nella decentralizzazione delle istituzioni la strada da seguire.

“Dobbiamo creare nuove forme di vita in comune nelle nostre regioni e nelle nostre comunità, affinché ognuno possa sentirsi a proprio agio. Possiamo risolvere le questioni spinose che ci dividono, e trovare nuovi equilibri tra lo stato federale e lo entità federate”.

Dopo l’affermazione dei separatisti fiamminghi guidati da Bart De Wever nelle legislative di giugno, le consultazioni tra i partiti politici, affidate al leader socialista vallone Elio Di Rupo, non hanno ancora consentito di individuare una maggioranza di governo.

Nel frattempo, tra fiamminghi e valloni ogni pretesto è buono per discutere: anche il colore delle nuove targhe automobilistiche, che qualcuno voleva nere su sfondo giallo, gli stessi colori della bandiera fiamminga. Alla fine saranno quasi uguali alle vecchie, rosse su sfondo bianco. Così, almeno, non si scontenta nessuno.