ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Altri morti in Cina a causa delle alluvioni

Lettura in corso:

Altri morti in Cina a causa delle alluvioni

Dimensioni di testo Aa Aa

Le più copiose piogge torrenziali da oltre mezzo secolo in Cina fanno altri morti. Una cinquantina di persone hanno perso la vita nella parte centro-occidentale del Paese, mentre i dispersi sono più di 100. A partire dalle province di Shanxi e Sichuan, milioni di persone sono state costrette ad abbandonare le proprie case. L’ondata di maltempo di queste ultime settimane ha già fatto 200 morti, oltre 700 da inizio anno. Un bilancio destinato ad aggravarsi, poiché centinaia di persone risultano ancora disperse. La Cina si trova inoltre in piena stagione dei tifoni.

Le autorità hanno tuttavia escluso una situazione simile a quella del 1998, quando, a causa delle inondazioni, morirono oltre 4000 persone, e 18 milioni furono evacuate. Secondo i meteorologi, le piogge dovrebbero continuare fino almeno ad agosto, spostandosi poi verso nord. Il livello di centinaia di fiumi potrebbe alzarsi in modo pericoloso, a partire da quello del Fiume Giallo. Regge, per ora, la diga più grande del mondo, quella delle Tre Gole sul fiume Yangtze, il Fiume Azzurro.