ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

In Europa il biologico cresce ma resta marginale

Lettura in corso:

In Europa il biologico cresce ma resta marginale

Dimensioni di testo Aa Aa

Qual è il futuro dell’agricoltura biologica in Europa?
Nonostante una forte crescita registrata negli ultimi dieci anni, il settore resta marginale. Gli europei consumano sempre più bio e la Commisione stima che la produzione questo tipo di alimenti continuerà ad aumentare, nonostante il difficile momento economico che l’Europa sta attraversando.

Nell’Unione la superficie agricola destinata al biologico rappresenta, con 7,6 milioni di ettari, il 4,3% del totale.
L’Austria, seguita da Svezia ed Estonia, guida la classifica dei Paesi che hanno convertito la percentuale maggiore di terreni al bio.
L’Italia invece occupa il secondo posto (dietro la Spagna) nella classifica in termini di numero di ettari (un milione) dedicati alla coltivazione biologica.

Cifre da prendere in considerazione, secondo il commissario all’Agricoltura Dacian Ciolos che, a Bruxelles, ha aperto una due giorni incentrata sulla riforma, dopo il 2013, della Politica agricola
comune, la Pac. Questione che divide i 27, tra Paesi che la difendono e altri Stati che vorrebbero destinare il denaro, impiegato in aiuti all’agricoltura,
ad altri settori.