ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Golfo del Messico: perdita nei pressi del "tappo"

Lettura in corso:

Golfo del Messico: perdita nei pressi del "tappo"

Dimensioni di testo Aa Aa

Ci sarebbe una perdita nei dintorni del tappo piazzato sul pozzo che da aprile sputa petrolio nel Golfo del Messico. In caso di conferma potrebbe rendersi necessaria l’interruzione del test, che Bp spera invece di proseguire fino a che non sarà finito lo scavo del nuovo pozzo che dovrà intercettare a chilometri di profondità quello esistente, per chiuderlo definitivamente.

La speranza della gente potrebbe subire l’ennesima delusione:

“Dopo cinque o sei tentativi andati male si dovrebbe riuscire a fare la cosa giusta. Ognuno da queste parti, visto quanto sono stati compromessi i nostri affari, non vede l’ora che tutto sia risolto”, dice il proprietario di un chiosco in riva al mare.

Un sentimento che accomuna gli abitanti dei 700 km di coste invasi dalla marea nera e il colosso petrolifero. Che ha già speso 3,5 miliardi di dollari per far fronte al disastro ecologico, ma potrebbe vedersi recapitare richieste di risarcimento danni per dieci volte tale cifra.