ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Golfo del Messico: altre 24 ore di test per il tappo di cemento

Lettura in corso:

Golfo del Messico: altre 24 ore di test per il tappo di cemento

Dimensioni di testo Aa Aa

Altre 24 ore di test per il tappo che ha fermato -per il momento – l’emorragia di petrolio nel Golfo del Messico.
Altre 24 ore che serviranno alla compagnia petrolifera britannica Bp ad osservare la pressione sottostante il blocco di cemento, le possibili crepe e le conseguenti altre fughe di greggio o gas in mare.
Una possibilità resa meno remota dalla comparsa nelle ultime ore di una leggera perdita di petrolio alla base del pozzo, perdita che non è però stata collegata direttamente ad un malfunzionamento del sistema di blocco.

Intanto i pescatori di New Orleans sulle coste della Louisiana vivono paradosso quotidiano.

“È una notizia buona e cattiva allo stesso tempo”, dice quest’uomo riferendosi al blocco della perdita. “Se il petrolio continua a uscire avremo ancora un lavoro, ma che si possa salvare la costa del golfo un po’ prima del previsto è un’ottima notizia… Ora BP paga le bollette, paga tutto: la mia casa, il mio camion, tengono tutto a galla. Devo pensare a qualcos’altro quando tutto questo sarà finito”.

Una volta assicurato il funzionamento del sistema di blocco e che la nuova perdita non ha a che fare con il tappo di cemento, le energie saranno rivolte ai programmi di ripulitura della costa martoriata dal peggior disastro petrolifero della storia americana.