ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Nelle "micropennellate" il segreto della Gioconda

Lettura in corso:

Nelle "micropennellate" il segreto della Gioconda

Dimensioni di testo Aa Aa

Strati su strati di finissime pennellate, spesso invisibili a occhio nudo. Sarebbe questo, secondo un’equipe di ricercatori francesi, il segreto del sorriso enigmatico di Monna Lisa e delle tele di Leonardo Da Vinci in generale.

Sette tele del genio rinascimentale sono state passate ai Raggi X per sviscerarne i misteri e questo è stato il risultato.

“Abbiamo constatato che Leonardo passava realizzava strati di uno o due micron sui suoi quadri, vale a dire uno o due millesimi di millimetro. Sovrapponendo gli strati l’uno sull’altro con estrema calmaeneva l’effetto desiderato. È una scoperta molto interessante. Al tempo molti committenti si lamentavano della lentezza di Leonardo” ha spiegato Philippe Walter, membro dell’equipe di ricercatori che hanno esaminato il dipinto.

Sul sorriso più enigmatico della storia si è detto di tutto: che appartenesse a una donna incinta, a un uomo, a Leonardo stesso. Che il segreto fosse solo meticoloso lavoro? È certo, comunque, che abbia originato un capolavoro ammirato da 6 milioni di persone all’anno.