ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Obama cauto sul "tappo" Bp


USA

Obama cauto sul "tappo" Bp

L’annuncio da parte della British Petroleum di avere fermato, per la prima volta da aprile, la perdita nel Golfo del Messico ha causato l’immediata reazione del presidente americano Barack Obama.

“Credo sia un segnale positivo. Siamo ancora in una fase di test. Domani potrò dire di più”, ha commentato.

Dopo tanti recenti fallimenti dei tentativi della società petrolifera, che gli sono costati anche una buona fetta di popolarità, Obama non si è voluto sbilanciare.

“È un segnale incoraggiante. In un paio di giorni potrebbe diventarlo di più. Ma non è il caso di festeggiare. La gente che vive da queste parti non prenderebbe bene la parola festeggiamento”, sostiene Doug Suttles, dirigente della Bp.

Mentre sulla Borsa di New York le azioni Bp schizzano del 10%, anche la gente reagisce positivamente.

“È davvero un sollievo. Un grande sollievo. Almeno parte del problema è risolto, una grossa parte. Riavere il mare pulito e la nostra vita è il prossimo passo” ha affermato un intervistato.

Per il ritorno alla normalità si attende l’intervento delle imbarcazioni che dovrebbero raccogliere dal mare 80mila barili di petrolio al giorno.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo

mondo

Almeno 20 morti e 100 feriti. Iran: esplosioni nel sud-est