ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Mondiali. Scommesse clandestine, arrestate 5000 persone in Asia

Lettura in corso:

Mondiali. Scommesse clandestine, arrestate 5000 persone in Asia

Dimensioni di testo Aa Aa

Una vasta operazione contro le scommesse clandestine sui mondiali cominciata a giugno si è conclusa con l’arresto di oltre cinquemila persone.

Perquisite circa 800 bische dove si effettuavano le puntate, per un giro d’affari di oltre 119 milioni di euro, in diversi Paesi asiatici, dalla Cina alla Thailandia alla Malaisia. Sequestrati circa dieci milioni di dollari in contanti.

Interpol, che ha coordinato l’inchiesta, ha spiegato che le scommesse erano legate alla criminalità organizzata, alla corruzione, al riciclaggio di denaro e alla prostituzione.

Requisiti anche auto, carte di credito, computer e cellulari. L’indagine è stata svolta tra l’11 giugno e l’11 luglio, proprio quando milioni di persone scommettevano in maniera legale in tutto il mondo durante i Mondiali.

Un mercato in crescita in Italia dove sono stati raccolti 345 milioni di euro, il 70 per cento in più rispetto a Germania 2006 secondo i dati forniti dai monopoli di Stato.