ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Scaricati in Egitto gli aiuti libanesi per Gaza

Lettura in corso:

Scaricati in Egitto gli aiuti libanesi per Gaza

Dimensioni di testo Aa Aa

Duemila tonnellate di alimenti e medicinali diretti a Gaza. Operazioni di scarico, nel porto di Al Alish, per il cargo umanitario libico Amalthea, dirottato in Egitto dopo il divieto israeliano a sfidare il blocco navale della Striscia. Lo Stato ebraico ha fatto sapere che il suo carico sarà ora fatto arrivare a destinazione via terra, attraverso il valico di Rafah.
Una soluzione, che però non soddisfa alcuni degli attivisti a bordo: “Non sono affatto contento di come sono andate le cose – dice uno di loro – E anche i miei compagni non sono contenti di essere finiti qui a causa dell’embargo israeliano. Vogliamo opporci al silenzio degli arabi su quanto sta accadendo: l’Egitto è il mio paese, non aspetto che a portarmici sia Israele”.
Al Alish, nel nord dell’Egitto, era uno dei tre attracchi proposti dallo Stato ebraico, in alternativa allo sbarco nella Striscia.
Cambiamento di rotta con cui la Fondazione Gheddafi, che ha noleggiato il cargo, ha fatto sapere di voler tutelare l’equipaggio. Ed evitare soprattutto il ripetersi di un blitz come quello israeliano alla Freedom Flottilla, costato alla fine di maggio la vita a 9 attivisti turchi.