ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Giro di vite del Vaticano contro gli abusi sui minori

Lettura in corso:

Giro di vite del Vaticano contro gli abusi sui minori

Dimensioni di testo Aa Aa

Il Vaticano introduce il reato di pedopornografia. E’ una delle misure prese dalla Santa Sede contro gli abusi sessuali commessi dai preti. I processi saranno più rapidi e la prescrizione passerà da dieci a vent’anni.

E’ stato così modificato il documento “delicta graviora” del 2001. “Oggi delle norme facoltative vengono trasformate in leggi”, dice Monsignor Charles Scicluna : si tratta di un passo avanti perché ora sono norme di legge vincolanti e certe”.

Particolare attenzione è stata dedicata agli abusi su persone con handicap psichici, che sono stati equiparati a quelli sui minori.

Soddisfatta la coordinatrice dell’associazione italiana Down Anna Contardi: “Credo che associare la situazione di persone con disabilità psichiche con quella dei minori significhi riconoscere la situazione di debolezza di queste persone e la loro fragilità e di conseguenza l’importanza di condannare con maggiore fermezza qualsiasi atto violento nei confronti di persone considerate fragili”.

L’aggiornamento delle norme viene compiuto dopo i numerosi casi di abusi sessuali su minori commessi da preti in diversi Paesi.

Ora la Congregazione per la Dottrina della Fede, di cui Ratzinger è stato prefetto per oltre un ventennio, assume maggiori poteri sanzionatori potendo intervenire al posto dei tribunali ecclesiastici.