ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Afghanistan: dodici soldati Nato uccisi in due giorni


Afghanistan

Afghanistan: dodici soldati Nato uccisi in due giorni

Un’altra giornata sanguinosa per le truppe della Nato in Afghanistan. Cinque soldati statunitensi sono stati uccisi in due attentati nel sud, bastione dei taleban.

Ieri nella provincia di Kandahar tre altri soldati statunitensi sono stati uccisi in un attacco a un posto di polizia. Nella provincia di Helmand tre soldati britannici sono morti per mano di un militare afghano.

Il comandante della task force britannica nella provincia al fianco degli alleati afghani ha voluto confermare l’impegno comune contro i taleban: “Non lasceremo che quest’operazione ci distolga dall’obiettivo di liberare il Paese dalla ribellione”, ha affermato Richard Felton. “Ci riusciremo davvero solo assieme ai nostri partner afghani”.

Il governo britannico ha parlato di “atto deprecabile e vile” sul quale ci sarà un’inchiesta approfondita dell’Isaf e dell’esercito afghano.

“Non ci sono parole per confortare chi ha perso il proprio figlio, non si può fare nulla”, ha detto il primo ministro britannico David Cameron. “Ma è importante che queste persone ottengano informazioni per avere certezze su quello che è accaduto”.

Sono 318 i soldati britannici uccisi in Afghanistan dall’inizio del conflitto nel 2001. Il mese di giugno è stato il più sanguinoso in nove anni con 102 morti tra i militari stranieri.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo

mondo

37 feriti. Pamplona tira le somme dopo San Firmino