ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Arrivati a Madrid i dissidenti cubani liberati da Castro

Lettura in corso:

Arrivati a Madrid i dissidenti cubani liberati da Castro

Dimensioni di testo Aa Aa

Sono arrivati a Madrid i primi sette dissidenti cubani scarcerati dall’Avana. Fanno parte del gruppo di 52 prigionieri politici per i quali è stata decisa la liberazione in seguito all’accordo mediato dalla Chiesa cattolica cubana; e sono nella lista di 75 dissidenti – il ‘Gruppo dei 75’ – arrestati nella cosiddetta ‘primavera nera’ del 2003. Altri saranno liberati nei prossimi giorni, ma non tutti hanno scelto di lasciare Cuba.

Quella devisa da Raul Castro è la più imponente scarcerazione di detenuti politici dal 1998, quando il fratello Fidel Castro liberò un centinaio di prigionieri, poco dopo la storica visita di Papa Giovanni Paolo II a Cuba. La partenza dei dissidenti dall’isola ha coinciso con la prima partecipazione a un programma tv del ‘lider maximo’ da oltre tre anni. Nell’occasione, Fidel Castro, 84 anni ad agosto, ha difeso Corea del Nord e Iran e parlato di un imminente conflitto nucleare in Medio Oriente, ma non ha affrontato il problema dei dissidenti.

In base all’accordo raggiunto – che ha visto la Spagna in prima linea – tutti i 52 prigionieri dovrebbero essere rilasciati entro quattro mesi.