ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Sarkozy respinge accuse e difende ministro Woerth

Lettura in corso:

Sarkozy respinge accuse e difende ministro Woerth

Dimensioni di testo Aa Aa

Nicolas Sarkozy si è prodotto in una difesa strenua della condotta del governo e del tanto vituperato ministro del lavoro Eric Woerth, al centro dello scandalo Bettencourt.

Costretto a una risposta televisiva dalle polemiche delle ultime settimane, il presidente francese ha suggerito che le accuse di aver intascato bustarelle dall’erede dell’impero L’Oreal celino il tentativo di bloccare la riforma delle pensioni.

“Eric Woerth è un uomo onesto, un uomo competente, un uomo che ha tutta la mia fiducia e quella del primo ministro. Avevo riflettuto a lungo prima di assegnarli responsabilità tanto pesanti. Sarà lui che porterà avanti questa riforma delle pensioni che è così necessaria”.

Oltre che ministro del lavoro, Woerth è stato manager della campagna elettorale di Sarkozy ed è ora tesoriere del suo partito: una carica che potrebbe essere sul punto di abbandonare.

“Ho parlato con Eric Woerth. Gli ho detto che vorrei che si dedicasse esclusivamente a questa importante riforma delle pensioni e che gli consiglio di abbandonare la responsabilità di tesoriere dell’UMP”.

Il progetto di riforma, che innalza l’età pensionabile a 62 anni, sta approdando in consiglio dei ministri. L’inquilino dell’Eliseo conta su un’approvazione entro ottobre, ma per il governo si annuncia un autunno caldo.